Background Image

Press tour di primavera: montagna, mare e collina per una esperienza tutta da vivere in Molise

Una esperienza tutta da vivere. Quattro giorni in Molise ospitati dalle strutture di punta della zona e con la possibilità di visitare tutto ciò che di meglio offre il territorio di riferimento. Si è concluso con unanimi consensi il Press Tour di primavera 2018-19 organizzato dall’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo di Termoli in collaborazione con il Distretto Molise Orientale e l’associazione Moleasy.

Dodici giornalisti di testate nazionali e di settore che sono arrivati a Termoli per poi iniziare un tour itinerante che li ha portati a Castel San Vincenzo, Venafro, Sesto Campano, Castel del Giudice, Sepino e Bagnoli del Trigno. Per poi tornare a Termoli come ultima tappa dove si è tenuta una conferenza stampa allo stabilimento balneare Cala Sveva che con Fabrizio Vincitorio, presidente di Moleasy, ha voluto promuovere territorio, strutture e prodotti tipici locali. “Una esperienza da ripetere”, i giornalisti sono rimasti per certi versi incantati dalla bellezza della nostra terra e dalla possibilità di passare in breve tempo dalla montagna, alla collina e fino al mare.

Un tour all’insegna dell’ambiente iniziato con il “Molise green” alla Borsa Internazionale del Turismo di Milano dove molti giornalisti erano già rimasti colpiti dall’offerta del Molise e dell’Aast. Una proposta mai scontata e con mille sorprese, tant’è che dodici di loro hanno subito accettato l’invito per recarsi in Molise proprio in questi giorni. Si sono presentati a Cala Sveva e hanno parlato delle potenzialità della nostra terra e del lavoro importante svolto da Aast e dai proprietari delle strutture associate a Moleasy capaci di promuovere un Molise a colori e con le sue mille sfaccettature. Un qualcosa che alcuni di loro non credevano esistesse. “Il Molise non esiste solo sulle carte geografiche” ha esclamato qualcuno durante la sosta a Sepino.

Insomma ancora una volta il Molise colpisce nel segno grazie a una iniziativa tesa a promuovere il territorio e a mettere in rete gli imprenditori della zona “veri protagonisti”, ha detto il commissario Aast Remo Di Giandomenico, del futuro turistico di questa regione. Le strutture ospitanti sono state Borgo Tufi di Castel del Giudice, Domus di Bagnoli nel Trigno, Residenza Sveva di Termoli, Sette Querce di Venafro. Le visite hanno invece ricompreso la cripta della cattedrale di Termoli, l’abbazia di Castel San Vincenzo, Castello Pandone di Venafro, Altilia, Borgo Antico di Bagnoli del Trigno.

No Comments

Post a Comment

Share
Share