Background Image

Innotourclust, presentato il progetto per ricongiungere le due sponde dell’Adriatico. Molise, Puglia, Montenegro e Albania insieme per aumentare i flussi turistici

Incrementare la competitività e la cooperazione delle piccole e medie imprese di Italia, Albania e Montenegro. E’ questo il primo fine del progetto “Innotourclust” presentato all’Università del Molise nell’ambito di una manifestazione che ha visto tra i relatori anche il professor Angelo Presenza di Unimol e l’assessore regionale al Turismo Vincenzo Cutugno.

A parlare di Innotourclust, progetto europeo biennale, erano invece presenti il commissario dell’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo Remo Di Giandomenico e Mauro Calise, financial manager di Eurelations Eeig che si è assicurato il bando. Capofila dell’iniziativa transfrontaliera risulta essere la Camera di Commercio di Lecce.

Insieme all’Aast di Termoli ci sono anche l’Università del Salento, l’Agenzia Nazionale del Turismo dell’Albania, la Camera di Commercio e Industria di Tirana e l’Organizzazione Nazionale del Turismo del Montenegro.

Si intende creare un gruppo turistico che abbracci le due sponde dell’Adriatico focalizzando l’attenzione sull’integrazione e la formazione degli operatori economici locali ai fini di un migliore ed innovativo incontro tra imprese locali ed il sistema turistico internazionale.

“Mettere insieme imprese turistiche del territorio insieme a quelle pugliesi e del Montegngro e dell’Albania in modo da creare un gruppo che riesca ad implementare iniziative per la propria clientela. Stiamo lavorando anche su altre ipotesi, la cosa termolese è anche centro del Mediterraneo e dell’Adriatico. E’ una costa che nel corso dei secoli ha avuto una varietà di pensieri e di influenze. Per cui si deve tentare di arrivare ad un punto che riesca a raccogliere tutte queste idee per far diventare la costa molisana un centro nevralgico che sviluppi diversi discorsi partendo proprio dal turismo”.

 

No Comments

Post a Comment