Background Image

Aast e Fabbrica del Nuoto ospitano in città la nazionale under 16 di pallanuoto

Fabbrica del Nuoto e Aast hanno dato il benvenuto alla nazionale under 16 di pallanuoto

La passione per la pallanuoto, la voglia di ben figurare e la volontà di centrare obiettivi importanti. Sono gli ingredinti che ha portato a Termoli la nazionale Under 16 di Pallanuoto che per tre giorni si allenerà in città grazie all’iniziativa voluta dalla Fabbrica del Nuoto in collaborazione con l’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo. La collegiale che si tiene alla Cala dei Longobardi vale anche da confronto per i giovani atleti termolesi allenati da Rocco Casciotto.

Un motivo di vanto poter dialogare in modo diretto con chi ogni anno ha il compito di selezionare le atlete migliori d’Italia della categoria. Questo è il compito che spetta ai due selezionari che sono arrivati in città, Giacomo Grassi e Mauro De Paolis. Con loro alla conferenza stampa di presentazione della manifestazione anche il capitano della delegazione che si allena a Termoli, la sedicenne Alessia Iannarelli della Roma Visnova che ha già un mondiale under 17 alle spalle. Con loro il sindaco di Termoli Angelo Sbrocca che ha portato i saluti della città e i rappresentanti della società Fabbrica del Nuoto, l’amministratore delegato Giovanni Basile ed il presidente Maurizio Barisano.

Con loro il delegato della Fin Molise Vittorio D’Astuto ed il commissario dell’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo Remo Di Giandomenico sempre in cerca di manifestazioni ed iniziative che possano sare lustro alla città adriatica. Di Giandomenico nel suo intervento ha ripercorso anche la storia della pallanuoto a Termoli, da quando questo sport si praticava al porto con illustri rappresnetanti come Casolino e Cannarsa fino ai giorni nostri. Ma Di Giandondomenico ha voluto tracciare anche un profilo sociale di questa iniziativa parlando del rapporto che da sempre Termoli ha con il mare. Da quando era l’unico avamposto ad isolotto sul mar Adriatico dopo Venezia fino ad oggi dove il senso di appartenenza con il mare è ancora forte.

La nazionale under 16 di pallanuoto sarà ospite in città fino a lunedì. Ci sono venti ragazze in rappresentanza di tredici società italiane che daranno il meglio per convincere gli allenatori a convocarle anche per la prossima collegiale, allenamenti che creano una continuità con l’europeo ed il mondiale che si svolgeranno il prossimo anno. Remo Di Giandomenico ha anche omaggiato gli allenatori ed il capitano della nazionale con il libro di Giovanni De Fanis “Bagni e bagnanti a Termoli”.’

No Comments

Post a Comment