Background Image

Molise in Bit 2018: ribalta nazionale per il progetto “Io promuovo il mio paese”

Promuovere il Molise attraverso l’estro e la fantasia dei ragazzi delle scuole. Ha trovato unanimi consensi anche a Milano il progetto “Io promuovo il mio paese” portato alla Borsa Internazionale del Turismo dalla Regione, dall’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo di Termoli e dal Distretto Molise Orientale.

Con un workshop nella sala “Amber 6” l’iniziativa riservata ai ragazzi ha trovato la giusta ribalta nazionale grazie a giornalisti addetti di settore, ma anche a scuole, alunni e genitori arrivati al Mi.Co da ogni parte d’Italia. Ad illustrare l’inziativa il commissario dell’Aast Remo Di Giandomenico ed il responsabile alla Cultura del Distretto Molise Orientale Antonio Franzese. Con loro il dirigente della regione Molise Maria Rosaria Simonelli, Leandro Ventura dirigente Mibact e storico d’arte, Silvia Angeloni dell’Università del Molise e Stefano Campagnolo dirigente Mibact e neo direttore del Polo Museale del Molise.

Attraverso “Io promuovo il mio paese” alunni e studenti di scuole primarie e secondarie hanno evidenziato le bellezze dei paesi di provenienza attraverso disegni, pannelli digitali e video. Un condensato di idee ed emozioni per dare impulso al turismo in Molise così come voluto dal regolamento del concorso. Negli interventi dei presenti la condivisione di una idea che potrebbe diventare anche nazionale grazie all’interesse suscitato.

I protagonisti sono dunque i ragazzi che attraverso il proprio filtro di conoscenze possono avere un impatto particolare sui turisti incuriosendoli. Il tutto per contribuire allo sviluppo del territorio che si pone in chiave turistica l’obiettivo di poter sorprendere sempre con qualcosa di nuovo.

Il Molise hatutte le carte in regola per poter stupire a livello turistico. “Con le idee si muove il mondo”, ha concluso il commissario Aast Di Giandomenico che per il terzo anno ha voluto il concorso “Io promuovo il mio paese”. In quest’ultima edizione le scuole che presenteranno gli elaborati migliori, verranno premiate con un viaggio in una località del Molise alla scoperta delle bellezze del posto. Saranno gli studenti della stessa località a fargli da ciceroni per un interscambio culturale che poi verrà ripetuto al contrario per accrescere il senso di appartenza, conoscenza e condivisione.

Nella sala “Amber 6” era praticamente rappresentata tutta la Penisola italiana grazie alla presenza di ragazzi provenienti da Piacenza, Viterbo, Trani, Brescia, Friuli Venezia Giulia, Messina e dal Cilento. Il compito dell’Aast, infine, è quello di dare visibilità alle migliori idee. I progetti delle due ultime edizioni sono stati proiettati durante il workshop per dare modo a tutti di capire quel che è stato concretamente realizzato.

No Comments

Post a Comment