Background Image

Bit: Molise protagonista

Terzo ed ultimo giorno per il Molise alla Borsa Internazionale del Turismo di Milano. La manifestazione che si conclude oggi ha segnato un momento molto importante per il turismo della nostra regione in chiave futura.

Tornare in Bit e lasciare il segno è stata la prerogativa della regione Molise che in collaborazione con l’Azienda di Soggiorno e Turismo di Termoli ed il Distretto Molise Orientale ha saputo creare un qualcosa di nuovo cvhe, probabilmente non si era mai visto in fiera. La terza ed ultima giornata ha solo confermato l’interesse dei tour operator e dei visitatori che hanno continuato a confluire all’interno del stand molisano per cercare di capire quel Molise che è uscito dai luoghi comuni con un giusto restyling della propria immagine.

Le offerte delle aziende presenti in Bit hanno attirato l’attenzione di tutti, il Molise esce sicuramente rinnovato nella sua immagine da questa manifestazione alla quale mancava da ben nove anni.

Alla domanda dell’ufficio stampa della Bit sul “Cosa pensa sulla veste rinnovata della manifestazione”, il presidente della regione Molise Paolo Di Laura Frattura ha così risposto, “L’entusiasmo che portiamo a casa è l’entusiasmo che abbiamo registrato tra i visitatori del nostro stand alla Bit: interesse, curiosità, voglia di vedere e conoscere il nostro Molise.

Sempre così in tre giorni per decine di migliaia di persone in un contesto frizzante e coinvolgente come quello è della Borsa internazionale per il turismo. Il ritorno del Molise a Milano è stato premiato da un’affluenza altissima di visitatori e buyer. Abbiamo raccontato le nostre bellezze attraverso una narrazione che ha saputo mettere insieme tradizione, innovazione e tecnologia. Il Molise è stato al centro di un’attenzione particolare, colta anche dai media nazionale: è il valore straordinario della Bit.

Ringraziamo tutti gli organizzatori della Borsa internazionale del turismo per l’opportunità che ci hanno offerto e i protagonisti dello stand Molise che hanno saputo cogliere quest’opportunità, dall’Azienda speciale per il turismo di Termoli, guidata dall’onorevole Remo Di Giandomenico, ai comuni e agli imprenditori privati che hanno investito nell’iniziativa”.

 

Il commissario straordinario dell’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo di Termoli Remo Di Giandomenico, alla stessa domanda, ha invece detto che “E’ stata una esperienza positiva. Così come positiva è stata l’esperienza del Molise grazie al suo stand rivisitato in chiave tecnologica ed innovativa che ha attirato l’attenzione di migliaia di visitatori ed operatori”.

Dunque un bilancio assolutamente positivo anche pensando al grande successo ottoneuto dal Molise allo “Show cooking” di Bit al quale ha partecipato in rappresnetanza della regione lo chef Nicola Vizzarri. Un autentico successo anche ai fornelli, grande attenzione da parte di tutti grazie al “Brodetto di pesce alla termolese in chiave futuristica”, un piatto rivisitato ed attualizzato ai tempi ed al ritmo della Borsa Internazionale del Turismo sempre in cerca di novità ed innovazione. E Vizzarri ha tenuto i tempi della manifestazione grazie alle sue qualità ed alla sua bravura ai fornelli ed ai prodotti ed al pesce molisano portato in Bit proprio per l’esibizione.

“Preparato pensando in chiave futuristica – ha detto lo chef Nicola Vizzarri – e per un pubblico internazionale abituato a vedere una rappresentazione superiore del gusto. Ho visto un servizio del TG5 che ha messo in evidenza lo stand del Molise. Lo stand, facendo un giro in Bit, è quello che spicca di più. Abbiamo seguito due binari, binari tecnologi ed innovativi sia per lo stand ma anche per la gastronomia con un unico filo conduttore. Fare bella figura e colpire chi guarda il Molise dal di fuori. La cucina è la base di tutto, quando si mangia bene, in una regione basata su prodotti artigianali e sui prodotti della pesca e della terra contadina, Basta stare al passo coi tempi e presentare il tutto ai tour operator in chiave moderna al fine di risultare più appetibili cercando di trasmettere un filo di professionalità in più che oggi è importantissima”. Le idealità del Molise hanno dunque fatto centro. L’aria, l’acqua il fuoco e la terra hanno seguito il filo conduttore già avviato con l’Expo’ che si era tenuto a Milano. Un filo conduttore per far significare che il Molise, anche in chiave turistica, è in grado di uscire al di “fuori dai luoghi comuni”.

 

No Comments

Post a Comment

You dont have permission to register

Password reset link will be sent to your email